Venerdì 13 – I love black cats

Venerdì 13. Non sono superstiziosa, anche perchè tra specchi rotti e gatti neri che mi hanno attraversato la strada a quest’ora dovrei essere morta almeno 27 volte o sposata almeno una.

Colgo l’occasione di questa giornata mitologicamente nefasta per commentare credenze italiane e popolari trovate per caso su una pagina internet:

ANELLO

– Se la fede nuziale viene persa, per evitare che l’infelicità piombi sulla coppia, va riacquistata immediatamente un’altra vera che dovrà essere infilata all’anulare dal partner, come durante il rito nuziale. (se la fede nuziale viene persa non sarà l’infelicità a piombare sulla coppia, ma la sposa incazzata come uno tsunami sul povero marito, e ridurrà i suoi maroni a coriandoli carnevaleschi, perché state certi che a perderla sarà stato lui,..lei ci avrà messo anni e fatiche per farsela mettere al dito, pensate la possa perdere???)

ASCIUGAMANO
– Non adoperate lo stesso asciugamano in due: litigherete sicuramente (la prossima volta che ci laveremo le mani insieme, io me le asciugo sulla sua maglietta, sulla T-shirt non corro sicuramente rischio di litigio)

BACIO
– In Inghilterra si crede che una ragazza non si sposerà più se, dopo aver baciato un uomo con i baffi, le resta un pelo sulle labbra. (credo che l’unica cosa da commentare sia lo specificare “UN UOMO coi baffi”..probabilmente in Inghilterra anche le donne hanno moustache importanti)

CANDELE
– Porta male la goccia di cera che cade lungo il lato della candela. (superstiziosi di ogni dove unitevi e ditemi..e dove minchia dovrebbe cadere la cera?? Mica mi vorrete dire che devo fare 50 sfumature di grigio ogni volta che accendo una candela Ikea! Questa frase me la immagino fuori dalla porta dei giochi erotici di Mr Grey come avvertimento per le sue donzelle.)
– Gli sposi di Crana, terminato il rito nuziale, soffiano insieme per spegnere due candele. Se le spengono nello stesso momento, vivranno a lungo insieme, altrimenti è segno di vedovanza. (Si sa che la donna è sempre ritardataria)

CANE
– Il suo ululato è presagio di morte. (no ragazze, non c’è scritto “se ulula il cane della ex del vostro fidanzato, lei morirà”, mi spiace ma non è specificato)

CAPELLI
– Se volete evitare la calvizie tagliate i capelli durante la luna nuova. (o evitate quintali di gel piuttosto..)
– Un capello sulla spalla preannuncia l’arrivo di una lettera. (le lettere CDC Cazzo Diventerò Calva)
CAPODANNO
– Porta fortuna incontrare una persona di sesso opposto la mattina di capodanno (basta che non sia il tuo fidanzato in piedi davanti alla porta, mentre tu sei a letto con Silvestro)
– è presagio di guai vedere invece un cavallo bianco (nonostante l’alcol della notte prima, cavalli bianchi non ne ho mai visti, a volte dei draghi, ma cavalli mai)
– si gettano oggetti vecchi dalla finestra per liberarsi di preoccupazioni e affanni, e per auspicarsi fortuna (per vecchio si intende anche inanimato, non vale il cane del vicino che abbaia ogni secondo)
– Mangiare lenticchie, uva o datteri, la notte di San Silvestro, vuole dire propiziarsi certamente la fortuna economica durante l’anno. (e propinare sonori e si spera non troppo odorosi peti al compagno di dormite)
CAPPELLO
– Porta male posarlo sul letto. (a meno che tu sia Terence Hill, su di te farà cagare, quindi semplificati la vita: non lo metti, non lo posi)

CUCCHIAIO
– Porta sfortuna tenerlo con la mano sinistra. (se sei mancino, la minestra la mangi dal piatto, che fa molto Dogy, ma di sicuro sarai fortunatissimo nello sbrodolarti fino all’ultima goccia)

CUCULO
– Se udite il canto del cuculo, afferrate in fretta tutto ciò che in quel momento è ai vostri piedi e portatelo addosso per un po’ di tempo: vi porterà fortuna. (assicuratevi di non essere in mezzo alla neve, o sui carboni ardenti..in questi casi simulate un attacco momentaneo di sordità: vi salverà da imbarazzanti siparietti)

FAGIOLO
– Nell’antichità simboleggiava l’immortalità per la sua proprietà di conservare a lungo la forza vitale e di riacquistare freschezza se immerso in acqua. (quanto riesci a trattenere la forza vitale è inversamente proporzionale a quanti fagioli mangi)
FIAMMIFERI
– Porta sfortuna utilizzare in tre lo stesso fiammifero (non corro pericoli, già buono se riesco ad usarlo per un nanosecondo prima che si spenga)

FIENO
– Se vedete un covone di fieno, prendetene un filo ed esprimete un desiderio: si avvererà (allergici, non fatelo. Quando vedete un covone di fieno prendete nella borsa un antistaminico al massimo)

 

FORBICI
– Se cadono a terra, prima di raccoglierle, posatevi il piede sopra per annullare il cattivo presagio. (annullate il cattivo presagio e raccogliete i pezzi)
– Se cadendo, una delle lame si conficca nel terreno è presagio di morte (se invece vi si conficca in un piede, è presagio di Pronto Soccorso)
GABBIANO
– Porta sfortuna ucciderne uno. (comunissimo uccidere un gabbiano, sempre sentito parlare di “caccia al gabbiano”)

GALLO
– Se canta prima di mezzanotte preannuncia cattivo tempo (se canta prima delle7, preannuncia bestemmie)

GAZZA

– Vedendo uno stormo di gazze piegare verso sinistra la giornata sarà felicissima, se lo stormo va a destra il giorno sarà negativo (voi camminate guardando avanti, così magari evitate pure di sbattere contro un palo della luce)
– Un innamorato che dovesse vedere una gazza ha poche possibilità di successo con la sua ragazza. (perché sicuramente lei è la raGAZZA di un altro..questa è un po’ pessima, me ne rendo conto)

GRUCCIA
– Porterebbe male appoggiare le grucce sul letto (fiuuuu, io appoggio solo masse di vestiti, grucce tutte per terra)

LETTO
– Porta male scendere dalla parte sinistra, in quanto ritenuta la parte di Satana (infatti nel mio caso vorrebbe dire scendere calpestando il mio compagno..che russa come Satana)
– In Sicilia si dice che se tre persone rifanno un letto insieme (nel senso che ne sistemano le lenzuola), quella più giovane d’età muore (già faccio fatica a convincerne una…)

NEONATO
– Non va mai baciato sul collo, altrimenti perde il sonno. (i neonati non hanno il collo..sono come dei piccoli Maurizio Costanzo..tutti cicciottosi!)

NUBILI
– La notte dell’Epifania devono lanciare le scarpe verso l’uscio di casa: se le punte sono rivolte verso l’uscio, si sposeranno entro l’anno. (se volete a tutti i costi sposarvi, può facilitare nell’impresa mettere una foto della ex storica del vostro uomo affissa all’uscio di casa..)
– Una sarta che sia ancora in attesa dell’anima gemella, potrà mettere due o tre capelli della sua chioma nell’orlo dell’abito da sposa che le capiterà di cucire: si sposerà anch’ella entro l’anno. (non verrà però pagata dalla Sposa in questione..ovviamente!)

OMBRELLO
– E’ presagio di sventura aprirlo in casa. (non averlo quando diluvia è prova evidente di sfiga cosmica)

PETTINE
– Se vi cade di mano mentre vi state pettinando, qualcuno che vi vuole bene vi sta pensando (donne che lo lanciano apposta…me le vedo)

PIOGGIA
– Porta fortuna camminare sotto la pioggia. (porta pure una polmonite)

PISELLI
– Sono il simbolo della felicità e della fortuna. Nell’antichità, con i loro fiori si intrecciavano coroncine da offrire alle spose. (sui piselli da offrire alle spose sorvolo)

QUADRI
– Non andrebbero mai appesi alle pareti quadri raffiguranti uccelli: portano sventura. (ora capite perché nacque l’astrattismo? Non sapere cos’è raffigurato è sicuramente più rassicurante)
– E’ di malaugurio un quadro che cade. (a meno che facesse cagare)

QUADRIFOGLIO
– Arreca fortuna e felicità ma non lo si deve cogliere, basta guardarlo e toccarlo. (milioni di finti fortunati che si staranno maledicendo per averli messi a seccare in tutti i libri possibili immaginabili)

RAGNO
– Vedere un ragno di sera è segno di bel tempo. (è segno che mi verrà ansia tutta la notte, pensando di averlo addosso)
– Porta sfortuna uccidere un ragno di notte o al mattino. (che faccio, lo pedino fino a pomeriggio??)

SALE
– Se viene rovesciato sulla tavola prendetene un po’ e lanciatelo dietro la spalla sinistra. (Vostra moglie vi farà un culo a strisce, siate pronti con la motivazione giusta)

SCALA
– Se una nubile passa sotto una scala aperta o appoggiata al muro non si sposerà. (milioni di donne che hanno fatto i gradini della Tour Eiffel simbolo d’amore, fregate)
– Se inciampa, invece sui gradini di una scala, convolerà presto a nozze. (in stampelle)
– Se si inciampa scendendo, è presagio di perdita di denaro. (direi più di equilibrio..)

SCOPA
– Se con la scopa toccate i piedi di una nubile, questa non si sposerà. (sì vabbè, mò però basta con i detti sulle zitelle..)
– E’ segno infausto spazzare il pavimento prima dell’alba e dopo il tramonto. (Sia Lodato il Folletto)

SOLDI
– Trovare una moneta porta fortuna: conservatela. (la banconota, nascondetela)
SPECCHIO
– Romperlo preannuncia sette anni di guai. (già anticipato nella prefazione)

SPILLA
– Se ricevete in regalo una spilla, un temperino o qualsiasi oggetto appuntito, pungete con essi il vostro donatore pazzo, oppure regalategli una simbolica monetina. Se non lo fate, rischierete di troncare il rapporto di amicizia. (Se qualcuno dovesse mai regalarmi un temperino, si meriterebbe assolutamente una puntura dolorosissima)

SPILLO
– Se ne vedete uno per terra, raccoglietelo, la fortuna vi sorriderà per tutto il giorno.
– Non chinatevi però mai a raccogliere gli aghi, portano sfortuna. (dal punto sopra..dall’alto secondo te riesco a capire se è uno spillo o un ago?!)
SPUTO
– Anticamente si aveva l’abitudine di sputarsi tre volte sul petto per allontanare qualsiasi maleficio. (se mi sbavo la guancia mentre dormo vale uguale?)
STELLE CADENTI
– Vederne cadere una è di buon auspicio, esprimete un desiderio! (non si avverano ragazzi, ma una stella è sempre una stella)

SUORE
– Pare che vederne tre o quattro unite porti male. (A meno che tu sia alla Street Parade..in quel caso tra loro ci sarà anche il Papa)

UOVA
– Non gettate mai il guscio intero, ma spezzatelo per evitare che il demonio vi si annidi. (voglio la foto di un guscio intero, perché non ci credo)

VENERDI
– “Nè di Venere nè di Marte, non si sposa non si parte, nè si dà principio all’arte” consiglia un proverbio. (tutti fermi, grazie)
– Mai uscire di casa il venerdì notte: streghe e diavoli sono in agguato. Ma se proprio dovete farlo, strappate un pelo (possibilmente rosso) a una cane e conservatelo nel taschino. (questa potrebbe essere una maledizione inventata dai genitori..sulla parte del pelo rosso del cane..beh, lì si può sempre usare l’unico amico sfigato dai capelli rossi..)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...