WIR – Villetta con Piscina

“I pazienti confondono il tempo con l’attenzione: credono che io dia loro piú attenzione degli altri medici, quando in realtà gli do solo piú tempo. Quello che c’è da capire lo capisco in un minuto; gli altri diciannove li occupo concedendo attenzione, o meglio una parvenza di attenzione. Faccio le solite domande: Come sta suo/a figlio/a? E lei, ha ripreso a dormire bene? Mangi un po’ di più/meno, eh! Appoggio lo stetoscopio sul petto, poi sulla schiena. Un bel respiro, dico. Espiri lentamente. Ma mica ausculto davvero.”

9739_villettaconpiscina_1318195278

 

Per chi, come me, ha dovuto aver a che fare sulla sua pelle con svariati medici, questo libro è da evitare assolutamente.

Il paziente si fida ciecamente nella realtà del suo medico, soprattutto quando l’oscurità diagnosticata non è un’appendice stufa che ha deciso di infiammarsi.

“Villetta con Piscina” mi ha letteralmente invaso d’ansia e lasciato molto perplessa dal punto di vista etico. Sconvolta è dire troppo, ma un po’ amareggiata al pensiero che ci siano davvero nella realtà personaggi come il protagonista che con il loro potere o capacità possano essere così crudeli nei confronti del prossimo.

A me ‘sto cinismo mi ansia, punto

Consigliato:

  • a chi crede non avrà mai bisogno di un medico
  • a chi è senza peccato, ma non ha ancora scagliato la prima pietra
  • ai medici

Sconsigliato:

  • agli ipocondriaci
  • ai malfidenti
  • a chi non sa allacciarsi le scarpe da solo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...